Giobbe capitolo 37

 

 

 

Diodati

Riveduta

Nuova Riveduta

Nuova Diodati

 

 

 

 

37:1 Il cuor mi trema eziandio di questo, E si muove dal luogo suo.  

37:1 A tale spettacolo il cuor mi trema e balza fuor del suo luogo.

37:1 «A tale spettacolo il mio cuore trema e balza fuori dal suo posto. 

37:1 Per questo il mio cuore trema e balza fuori dal suo posto.

37:2 Udite pure il suo tremendo tuono, E il mormorare ch'esce dalla sua bocca.  

37:2 Udite, udite il fragore della sua voce, il rombo che esce dalla sua bocca!

37:2 Udite, udite il fragore della sua voce, il rombo che esce dalla sua bocca! 

37:2 Ascoltate attentamente il fragore della sua voce, il rombo che esce dalla sua bocca!

37:3 Egli lo lancia sotto tutti i cieli, E la sua fiamma sopra le estremità della terra;  

37:3 Egli lo lancia sotto tutti i cieli e il suo lampo guizza fino ai lembi della terra.

37:3 Egli lo lancia sotto tutti i cieli e il suo lampo guizza fino alle estremità della terra. 

37:3 Egli lascia andar libero il suo lampo sotto tutto il cielo e fino alle estremità della terra.

37:4 Dopo la quale rugge il tuono; egli tuona con la voce della sua altezza, E non indugia quelle cose, dopo che la sua voce è stata udita.  

37:4 Dopo il lampo, una voce rugge; egli tuona con la sua voce maestosa; e quando s’ode la voce, il fulmine non è già più nella sua mano.

37:4 Dopo il lampo, una voce rugge; egli tuona con la sua voce maestosa; quando si ode la voce, il fulmine non è già più nella sua mano. 

37:4 Dietro di esso una voce rugge; egli tuona con la sua voce maestosa; egli non li trattiene quando si è udita la sua voce.

37:5 Iddio tuona maravigliosamente con la sua voce; Egli fa cose tanto grandi, che noi non possiam comprenderle.  

37:5 Iddio tuona con la sua voce maravigliosamente; grandi cose egli fa che noi non intendiamo.

37:5 Dio tuona con la sua voce in modo prodigioso; grandi cose egli fa che noi non comprendiamo. 

37:5 Dio tuona meravigliosamente con la sua voce e fa grandi cose che non possiamo comprendere.

37:6 Perciocchè egli dice alla neve: Cadi in su la terra; E parimente al nembo della pioggia, al nembo delle sue forti piogge.  

37:6 Dice alla neve: ‘Cadi sulla terra!’ lo dice al nembo della pioggia, al nembo delle piogge torrenziali.

37:6 Dice alla neve: "Cadi sulla terra!". Lo dice alla pioggia, alla pioggia torrenziale. 

37:6 Dice infatti alla neve: "Cadi sulla terra”; lo dice tanto alle piogge leggere che alle piogge torrenziali.

37:7 Egli rinchiude ogni uomo in casa, Come per riconoscer tutti i suoi lavoratori.  

37:7 Rende inerte ogni mano d’uomo, onde tutti i mortali, che son opera sua, imparino a conoscerlo.

37:7 Rende inerte ogni mano d'uomo, perché tutti i mortali, che sono opera sua, imparino a conoscerlo. 

37:7 Arresta la mano di ogni uomo, affinché tutti i mortali possano conoscere le sue opere.

37:8 E le fiere se n'entrano ne' lor nascondimenti, E dimorano ne' lor ricetti.  

37:8 Le bestie selvagge vanno nel covo, e stan ritirate entro le tane.

37:8 Le bestie selvagge vanno nel covo e stanno accovacciate entro le tane. 

37:8 Le fiere entrano nei loro nascondigli e rimangono nelle loro tane.

37:9 La tempesta viene dall'Austro, E il freddo dal Settentrione.  

37:9 Dai recessi del sud viene l’uragano, dagli aquiloni il freddo.

37:9 Dal sud viene l'uragano, il freddo viene dal nord. 

37:9 Dai più remoti recessi del sud viene l'uragano, e il freddo dai gelidi venti del nord.

37:10 Iddio, col suo soffio, produce il ghiaccio, E fa che le acque che si diffondevano diventano come di metallo.  

37:10 Al soffio di Dio si forma il ghiaccio e si contrae la distesa dell’acque.

37:10 Al soffio di Dio si forma il ghiaccio e si contrae la distesa delle acque. 

37:10 Al soffio di Dio si forma il ghiaccio e la distesa delle acque si ritira.

37:11 Egli stanca eziandio le nuvole in adacquar la terra, E disperge le nubi con la sua luce.  

37:11 Egli carica pure le nubi d’umidità, disperde lontano le nuvole che portano i suoi lampi

37:11 Egli carica pure le nubi di umidità, disperde lontano le nuvole che portano i suoi lampi 

37:11 Carica le dense nubi di umidità e disperde lontano le sue nubi luminose.

37:12 Ed esse si rivolgono in molti giri, secondo gli ordini suoi Intorno a ciò che hanno a fare, Secondo tutto quello ch'egli comanda loro di fare In su la faccia del mondo, nella terra;  

37:12 ed esse, da lui guidate, vanno vagando nei lor giri per eseguir quanto ei loro comanda sopra la faccia di tutta la terra;

37:12 ed esse, da lui guidate, vagano nei loro giri per eseguire i suoi comandi sopra la faccia di tutta la terra; 

37:12 Esse vagano ovunque nel cielo, cambiando direzione in base alla sua guida, per compiere qualunque cosa egli manda loro sulla faccia della terra abitata.

37:13 Facendole venire, o per castigo, O per la sua terra, o per alcun beneficio.  

37:13 e le manda o come flagello, o come beneficio alla sua terra, o come prova della sua bontà.

37:13 e le manda come flagello, oppure come beneficio alla sua terra, o come prova della sua bontà. 

37:13 Le manda o per castigo o per la sua terra o per bontà.

37:14 Porgi l'orecchio a questo, o Giobbe; Fermati, e considera le maraviglie di Dio.  

37:14 Porgi l’orecchio a questo, o Giobbe; fermati, e considera le maraviglie di Dio!

37:14 Porgi l'orecchio a questo, Giobbe; fermati e considera le meraviglie di Dio! 

37:14 Porgi l'orecchio a questo, o Giobbe, fermati e considera le meraviglie di Dio!

37:15 Sai tu, come Iddio dispone di esse, E come egli fa risplender la luce della sua nuvola?  

37:15 Sai tu come Iddio le diriga e faccia guizzare il lampo dalle sue nubi?

37:15 Sai tu come Dio le diriga e faccia guizzare il lampo dalle sue nubi? 

37:15 Sai tu come Dio le diriga e come faccia brillare il lampo delle sue nubi?

37:16 Intendi tu come le nuvole son bilanciate? Conosci tu le maraviglie di colui che è perfetto in ogni scienza?  

37:16 Conosci tu l’equilibrio delle nuvole, le maraviglie di colui la cui scienza è perfetta?

37:16 Conosci tu l'equilibrio delle nuvole, le meraviglie di colui la cui scienza è perfetta? 

37:16 Sai tu come le nubi si librino nell'aria, le meraviglie di colui che sa tutto?

37:17 Come i tuoi vestimenti son caldi, Quando egli acqueta l'Austro in su la terra?  

37:17 Sai tu come mai gli abiti tuoi sono caldi quando la terra s’assopisce sotto il soffio dello scirocco?

37:17 Sai come mai i tuoi abiti sono caldi quando la terra si assopisce sotto il soffio dello scirocco? 

37:17 Sai tu perché i tuoi abiti sono caldi, quando la terra si riposa a motivo dello scirocco?

37:18 Hai tu con lui distesi i cieli, I quali son sodi, come uno specchio di metallo?  

37:18 Puoi tu, come lui, distendere i cieli e farli solidi come uno specchio di metallo?

37:18 Puoi tu, come lui, distendere i cieli e farli solidi come uno specchio di metallo? 

37:18 Hai tu forse disteso con lui il firmamento, rendendolo solido come uno specchio di metallo fuso?

37:19 Insegnaci ciò che noi gli diremo; Poichè, per cagione delle nostre tenebre, noi non possiam bene ordinare i nostri ragionamenti.  

37:19 Insegnaci tu che dirgli!... Nelle tenebre nostre, noi non abbiam parole.

37:19 Insegnaci tu che cosa dirgli! Nelle nostre tenebre, noi siamo senza parole. 

37:19 Insegnaci che cosa dobbiamo dirgli, perché noi non possiamo preparare il nostro caso per l'oscurità.

37:20 Gli sarebbe egli rapportato quando io avessi parlato? Se vi fosse alcuno che ne parlasse, certo egli sarebbe abissato.  

37:20 Gli si annunzierà forse ch’io voglio parlare? Ma chi mai può bramare d’essere inghiottito?

37:20 Gli si annunzierà forse che io voglio parlare? Ma chi mai può desiderare di essere inghiottito? 

37:20 Gli si può forse dire che io voglio parlare? Se un uomo dovesse parlare, sarebbe certamente distrutto.

37:21 Ecco pure gli uomini non possono riguardare il sole, Quando egli risplende nel cielo, Dopo che il vento è passato, e l'ha spazzato;  

37:21 Nessuno può fissare il sole che sfolgora ne’ cieli quando v’è passato il vento a renderli tersi.

37:21 Nessuno può fissare il sole che sfolgora nel cielo, quando c'è passato il vento a renderlo limpido. 

37:21 Anche ora nessuno può guardare fisso il sole quando splende in cielo, dopo che è passato il vento e l'ha reso terso.

37:22 E che dal Settentrione è venuta la dorata serenità; Or Iddio ha intorno a sè una tremenda maestà.  

37:22 Dal settentrione viene l’oro; ma Dio è circondato da una maestà terribile;

37:22 Dal settentrione viene l'oro; Dio è circondato da una maestà terribile; 

37:22 Il bel tempo viene dal nord, ma intorno a Dio è tremenda maestà.

37:23 Egli è l'Onnipotente, noi non possiam trovarlo; Egli è grande in forza, Ed in giudicio, ed in grandezza di giustizia; Egli non oppressa alcuno;  

37:23 l’Onnipotente noi non lo possiam scoprire. Egli è grande in forza, in equità, in perfetta giustizia; egli non opprime alcuno.

37:23 l'Onnipotente noi non lo possiamo scoprire. Egli è grande in forza, in equità, in perfetta giustizia; egli non opprime nessuno. 

37:23 L'Onnipotente noi non lo possiamo raggiungere. Egli è sublime in potenza, in rettitudine e nella sua grande giustizia; egli non opprime alcuno.

37:24 Perciò gli uomini lo temono; Alcun uomo, benchè savio di cuore, nol può vedere.  

37:24 Perciò gli uomini lo temono; ei non degna d’uno sguardo chi si presume savio.

37:24 Perciò gli uomini lo temono; egli non degna d'uno sguardo chi si crede saggio». 

37:24 Per questo gli uomini lo temono; ma egli non tiene conto di chi si ritiene sapiente».

 

 

 

 

Indice