Giobbe capitolo 41

 

 

 

Diodati

Riveduta

Nuova Riveduta

Nuova Diodati

 

 

 

 

41:1 Trarrai tu fuori il leviatan con l'amo, O con una fune che tu gli avrai calata sotto alla lingua?  

40:25 Prenderai tu il coccodrillo all’amo? Gli assicurerai la lingua colla corda?

40:25 Prenderai forse il coccodrillo all'amo? Gli assicurerai la lingua con la corda? 

41:1 Puoi tu tirar fuori il Leviathan con l'amo o tener ferma la sua lingua con una corda?

41:2 Gli metterai tu un uncino al muso? Gli forerai tu le mascelle con una spina?  

40:26 Gli passerai un giunco per le narici? Gli forerai le mascelle con l’uncino?

40:26 Gli passerai un giunco per le narici? Gli forerai le mascelle con l'uncino? 

41:2 Puoi tu mettergli un giunco nelle narici o forargli la mascella con un uncino?

41:3 Userà egli molti preghi teco? Ti parlerà egli con lusinghe?  

40:27 Ti rivolgerà egli molte supplicazioni? Ti dirà egli delle parole dolci?

40:27 Ti rivolgerà esso molte suppliche? Ti dirà delle parole dolci? 

41:3 Ti farà egli molte suppliche o ti rivolgerà parole dolci?

41:4 Patteggerà egli teco, Che tu lo prenda per servo in perpetuo?  

40:28 Farà egli teco un patto perché tu lo prenda per sempre al tuo servizio?

40:28 Farà esso alleanza con te, perché tu lo prenda per sempre al tuo servizio? 

41:4 Farà egli un patto con te, perché tu lo prenda come servo per sempre?

41:5 Scherzerai tu con lui, come con un uccello? E lo legherai tu con un filo, per darlo alle tue fanciulle?  

40:29 Scherzerai tu con lui come fosse un uccello? L’attaccherai a un filo per divertir le tue ragazze?

40:29 Scherzerai con lui come fosse un uccello? L'attaccherai a un filo per divertire le tue ragazze? 

41:5 Scherzerai tu con lui come con un uccello o lo terrai al guinzaglio per le tue fanciulle?

41:6 I compagni ne faranno essi un convito? Lo spartiranno essi fra i mercatanti?  

40:30 Ne trafficheranno forse i pescatori? Lo spartiranno essi fra i negozianti?

40:30 Ne trafficheranno forse i pescatori? Lo spartiranno essi fra i negozianti? 

41:6 I tuoi amici faranno con lui splendidi intrattenimenti o lo spartiranno forse tra i mercanti?

41:7 Gli empirai tu la pelle di roncigli, E la testa di raffi da pescare?  

40:31 Gli coprirai tu la pelle di dardi e la testa di ramponi?

40:31 Gli coprirai la pelle di frecce e la testa di ramponi? 

41:7 Puoi tu coprire la sua pelle di dardi o la sua testa con arpioni?

41:8 Pongli pur la mano addosso, Tu non ricorderai mai più la guerra.  

40:32 Mettigli un po’ le mani addosso!... Ti ricorderai del combattimento e non ci tornerai!

40:32 Mettigli un po' le mani addosso! 

41:8 Mettigli le mani addosso: ti ricorderai del combattimento e non ci riproverai.

41:9 Ecco, la speranza di pigliarlo è fallace; Anzi l'uomo non sarà egli atterrato, solo a vederlo?  

41:1 Ecco, fallace è la speranza di chi l’assale; basta scorgerlo e s’è atterrati.

41:1 «Ti ricorderai del combattimento e non ci tornerai! Ecco, è vana la speranza di chi lo assale; basta scorgerlo e uno soccombe. 

41:9 Ecco, la speranza di chi l'assale è ingannevole; al solo vederlo uno è atterrito.

41:10 Non vi è alcuno così feroce, che ardisca risvegliarlo; E chi potrà presentarsi davanti a me?  

41:2 Nessuno è tanto ardito da provocarlo. E chi dunque oserà starmi a fronte?

41:2 Nessuno è tanto ardito da provocarlo. E chi dunque oserà starmi di fronte? 

41:10 Nessuno è tanto audace da osare di provocarlo. Chi dunque è in grado di stare fermo davanti a me?

41:11 Chi mi ha prevenuto in darmi cosa alcuna? ed io gliela renderò; Quello che è sotto tutti i cieli è mio.  

41:3 Chi mi ha anticipato alcun che perch’io glielo debba rendere? Sotto tutti i cieli, ogni cosa è mia.

41:3 Chi mi ha anticipato qualcosa perché io glielo debba rendere? Sotto tutti i cieli, ogni cosa è mia. 

41:11 Chi mi ha reso per primo un servizio, perché lo debba ripagare? Qualunque cosa sotto tutti i cieli è mia.

41:12 Io non tacerò le membra di quello, Nè ciò ch'è delle sue forze, nè la grazia della sua disposizione.  

41:4 E non vo’ tacer delle sue membra, della sua gran forza, della bellezza della sua armatura.

41:4 E non voglio tacere delle sue membra, della sua gran forza e della bellezza della sua armatura. 

41:12 Non passerò sotto silenzio le sue membra, la sua grande forza e la bellezza della sua armatura.

41:13 Chi scoprirà il disopra della sua coverta? Chi verrà a lui con le sue doppie redini?  

41:5 Chi l’ha mai spogliato della sua corazza? Chi è penetrato fra la doppia fila de’ suoi denti?

41:5 Chi l'ha mai spogliato della sua corazza? Chi è penetrato fra la doppia fila dei suoi denti? 

41:13 Chi può spogliarlo della sua corazza, e chi può avvicinarlo con una doppia briglia?

41:14 Chi aprirà gli usci del suo muso? Lo spavento è d'intorno a' suoi denti.  

41:6 Chi gli ha aperti i due battenti della gola? Intorno alla chiostra de’ suoi denti sta il terrore.

41:6 Chi gli ha aperti i due battenti della gola? Intorno alla chiusura dei suoi denti sta il terrore. 

41:14 Chi può aprire le porte della sua bocca, circondata com'è dal terrore dei suoi denti?

41:15 I suoi forti scudi sono una cosa superba; Son serrati strettamente come con un suggello.  

41:7 Superbe son le file de’ suoi scudi, strettamente uniti come da un sigillo.

41:7 Superbe sono le file dei suoi scudi, strettamente uniti come da un sigillo. 

41:15 Superbe sono le file dei suoi scudi, strettamente saldati come da un sigillo.

41:16 L'uno si attiene all'altro, Talchè il vento non può entrar per entro.  

41:8 Uno tocca l’altro, e tra loro non passa l’aria.

41:8 Uno tocca l'altro, tra loro non passa l'aria. 

41:16 L'uno è così vicino all'altro che tra loro non passa neppure l'aria.

41:17 Sono attaccati gli uni agli altri, ed accoppiati insieme, E non possono spiccarsi l'uno dall'altro.  

41:9 Sono saldati assieme, si tengono stretti, sono inseparabili.

41:9 Sono saldati assieme, si tengono stretti, sono inseparabili. 

41:17 Sono attaccati gli uni agli altri, saldamente uniti insieme, e non possono separarsi.

41:18 I suoi starnuti fanno sfavillar della luce, E i suoi occhi son simili alle palpebre dell'alba.  

41:10 I suoi starnuti danno sprazzi di luce; i suoi occhi son come le palpebre dell’aurora.

41:10 I suoi starnuti danno sprazzi di luce; i suoi occhi sono come le palpebre dell'aurora. 

41:18 I suoi starnuti danno guizzi di luce e i suoi occhi sono come le palpebre dell'aurora.

41:19 Della sua gola escono fiaccole, Scintille di fuoco ne sprizzano.  

41:11 Dalla sua bocca partono vampe, ne scappan fuori scintille di fuoco.

41:11 Dalla sua bocca partono vampate, ne sprizzano fuori scintille di fuoco. 

41:19 Dalla sua bocca escono vampate, sprizzano scintille di fuoco.

41:20 Delle sue nari esce un fumo, Come d'una pignatta bollente, o d'una caldaia.  

41:12 Dalle sue narici esce un fumo, come da una pignatta che bolla o da una caldaia.

41:12 Dalle sue narici esce un fumo, come da una pentola che bolle o da una caldaia. 

41:20 Dalle sue narici esce fumo, come da una pentola bollente o da un calderone.

41:21 L'alito suo accende i carboni, E fiamma esce della sua bocca.  

41:13 L’alito suo accende i carboni, e una fiamma gli erompe dalla gola.

41:13 L'alito suo accende i carboni, una fiamma gli esce dalla gola. 

41:21 Il suo alito incendia carboni e dalla sua bocca escono fiamme.

41:22 La possa alberga nel suo collo, E la doglia tresca davanti a lui.  

41:14 Nel suo collo risiede la forza, dinanzi a lui salta il terrore.

41:14 Nel suo collo risiede la forza, davanti a lui si fugge terrorizzati. 

41:22 La forza risiede nel suo collo e davanti a lui danza il terrore.

41:23 Le polpe della sua carne son compresse; Egli ha la carne addosso soda, e non tremola punto.  

41:15 Compatte sono in lui le parti flosce della carne, gli stanno salde addosso, non si muovono.

41:15 Compatte sono in lui le parti flosce della sua carne, gli stanno salde addosso, non si muovono. 

41:23 Le parti flosce della sua carne sono ben compatte, sono ben salde su di lui e non si muovono.

41:24 Il cuor suo è sodo come una pietra, E massiccio come un pezzo della macina disotto.  

41:16 Il suo cuore è duro come il sasso, duro come la macina di sotto.

41:16 Il suo cuore è duro come il sasso, duro come la macina di sotto. 

41:24 Il suo cuore è duro come una pietra, duro come la parte inferiore della macina.

41:25 I più forti e valenti hanno paura di lui, quando egli si alza; E si purgano de' lor peccati, per lo gran fracasso.  

41:17 Quando si rizza, tremano i più forti, e dalla paura son fuori di sé.

41:17 Quando si rizza, tremano i più forti, e dalla paura sono fuori di sé. 

41:25 Quando si rizza, i forti hanno paura, e per il terrore restano smarriti.

41:26 Nè la spada di chi l'aggiungerà potrà durare, Nè l'asta, nè lo spuntone, nè la corazza:  

41:18 Invano lo si attacca con la spada; a nulla valgon lancia, giavellotto, corazza.

41:18 Invano lo si attacca con la spada; a nulla valgono lancia, giavellotto, corazza. 

41:26 La spada che lo raggiunge non gli fa nulla, e neppure la lancia, la freccia e il giavellotto.

41:27 Egli reputa il ferro per paglia, E il rame per legno intarlato.  

41:19 Il ferro è per lui come paglia; il rame, come legno tarlato.

41:19 Il ferro è per lui come paglia; il rame, come legno tarlato. 

41:27 Considera il ferro come paglia e il bronzo come legno tarlato.

41:28 La saetta non lo farà fuggire; Le pietre della frombola si mutano inverso lui in istoppia.  

41:20 La figlia dell’arco non lo mette in fuga; le pietre della fionda si mutano per lui in stoppia.

41:20 La figlia dell'arco non lo mette in fuga; le pietre della fionda si mutano per lui in stoppia. 

41:28 La freccia non lo mette in fuga; le pietre della fionda per lui diventano stoppia.

41:29 Gli ordigni son da lui riputati stoppia; Ed egli si beffa del vibrare dello spuntone.  

41:21 Stoppia gli par la mazza e si ride del fremer della lancia.

41:21 Stoppia gli pare la mazza e ride del fremere della lancia. 

41:29 Le mazze gli sembrano paglia, si fa beffe del vibrare della lancia.

41:30 Egli ha sotto di sè de' testi pungenti; Egli striscia come una trebbia di ferro in sul pantano.  

41:22 Il suo ventre è armato di punte acute, e lascia come tracce d’erpice sul fango.

41:22 Il suo ventre è armato di punte acute, lascia come tracce d'erpice sul fango. 

41:30 Al di sotto ha punte acuminate e lascia come tracce d'erpice sul fango.

41:31 Egli fa bollire il profondo mare come una caldaia; Egli rende il mare simile a una composizione d'unguentaro.  

41:23 Fa bollire l’abisso come una caldaia, del mare fa come un gran vaso da profumi.

41:23 Fa bollire l'abisso come una caldaia, del mare fa come un gran vaso da profumi. 

41:31 Fa bollire l'abisso come una caldaia e fa del mare come un vaso di unguento.

41:32 Egli fa rilucere dietro a sè un sentiero, E l'abisso pare canuto.  

41:24 Si lascia dietro una scia di luce; l’abisso par coperto di bianca chioma.

41:24 Si lascia dietro una scia di luce; l'abisso pare coperto di bianca chioma. 

41:32 Si lascia dietro una scia di luce e l'abisso sembra coperto di canizie.

41:33 Non vi è alcuno animale in su la terra che gli possa essere assomigliato, Che sia stato fatto per esser senza paura.  

41:25 Non v’è sulla terra chi lo domi; è stato fatto per non aver paura.

41:25 Non c'è sulla terra chi lo domi; è stato fatto per non aver paura. 

41:33 Sulla terra non c'è nulla simile a lui, che è stato fatto senza paura alcuna.

41:34 Egli riguarda ogni cosa eccelsa, Ed è re sopra tutte le più fiere belve.  

41:26 Guarda in faccia tutto ciò ch’è eccelso, è re su tutte le belve più superbe.

41:26 Guarda in faccia tutto ciò che è eccelso, è re su tutte le belve più superbe». 

41:34 Guarda in faccia tutti gli esseri alteri; egli è il re su tutte le fiere più superbe».

 

 

 

 

Indice