Salmo 12

 

 

 

Diodati

Riveduta

Nuova Riveduta

Nuova Diodati

 

 

 

 

12:1 <<Salmo di Davide, dato al Capo de' Musici, sopra Seminit.>> SALVA, Signore; perciocchè gli uomini pii son venuti meno, Ed i veraci son mancati fra i figliuoli degli uomini.

Al Capo de’ musici. Sopra l’ottava. Salmo di Davide.

12:1 Salva, o Eterno, poiché l’uomo pio vien meno, e i fedeli vengono a mancare tra i figliuoli degli uomini.

12:1 Al direttore del coro. Su ottava. Salmo di Davide. Salva, o SIGNORE, poiché non ci sono più giusti, e i fedeli vengono a mancare tra i figli degli uomini.

12:1 <<Al maestro del coro. Su un'arpa a otto corde. Salmo di Davide.>> Salva, o Eterno, perché gli uomini pii son venuti meno, e i veraci sono scomparsi in mezzo ai figli degli uomini.

12:2 Ciascuno parla con menzogna col suo prossimo, Con labbra lusinghiere; Parlano con un cuor doppio.

12:2 Ciascuno mentisce parlando col prossimo; parlano con labbro lusinghiero e con cuor doppio.

12:2 Ciascuno mente parlando con il prossimo; parla con labbro adulatore e con cuore doppio.

12:2 Ciascuno mente al suo prossimo e parla con labbro adulatore e con cuore doppio.

12:3 Il Signore ricida tutte le labbra lusinghiere, La lingua che parla altieramente;

12:3 L’Eterno recida tutte le labbra lusinghiere, la lingua che parla alteramente,

12:3 Il SIGNORE recida tutte le labbra adulatrici, la lingua che parla con arroganza,

12:3 L'Eterno recida tutte le labbra adulatrici e la lingua che parla con orgoglio,

12:4 Di coloro che dicono: Noi sarem padroni colle nostre lingue; Le nostre labbra sono appo noi; Chi è signore sopra noi?

12:4 quelli che dicono: Con le nostre lingue prevarremo; le nostre labbra sono per noi; chi sarà signore su noi?

12:4 di quelli che dicono: «Con le nostre lingue prevarremo; le nostre labbra sono per noi; chi potrebbe dominarci?».

12:4 di coloro che dicono: «Con la nostra lingua prevarremo; le nostre labbra ci appartengono; chi è signore sopra di noi?».

12:5 Per la desolazione de' poveri afflitti, per le strida de' bisognosi, Ora mi leverò, dice il Signore; Io metterò in salvo quelli contro a cui coloro parlano audacemente.

12:5 Per l’oppressione dei miseri, per il grido d’angoscia de’ bisognosi, ora mi leverò, dice l’Eterno; darò loro la salvezza alla quale anelano.

12:5 «Per l'oppressione dei miseri, per il grido d'angoscia dei bisognosi, ora mi ergerò» dice il SIGNORE, «e darò la salvezza a chi la brama».

12:5 «A motivo dell'oppressione dei miseri e del grido dei bisognosi, ora mi leverò», dice l'Eterno, «e li salverò da quelli che li insidiano».

12:6 Le parole del Signore son parole pure, Argento affinato nel fornello di terra, Purgato per sette volte.

12:6 Le parole dell’Eterno son parole pure, sono argento affinato in un crogiuolo di terra, purificato sette volte.

12:6 Le parole del SIGNORE son parole pure, sono argento raffinato in un crogiuolo di terra, purificato sette volte.

12:6 Le parole dell'Eterno sono parole pure, come argento raffinato in una fornace di terra, purificato sette volte.

12:7 Tu, Signore, guarda coloro; Preservali da questa generazione in perpetuo.

12:7 Tu, o Eterno, li proteggerai, li preserverai da questa generazione in perpetuo.

12:7 Tu, SIGNORE, li proteggerai, li preserverai da questa gente per sempre.

12:7 Tu, o Eterno, li proteggerai e li preserverai da questa generazione per sempre.

12:8 Gli empi vanno attorno, Quando i più vili d'infra i figliuoli degli uomini sono innalzati.

12:8 Gli empi vanno attorno da tutte le parti quando la bassezza siede in alto tra i figliuoli degli uomini.

12:8 Gli empi vanno in giro dappertutto quando la bassezza regna sui figli degli uomini.

12:8 Gli empi si aggirano impunemente dappertutto, quando tra i figli degli uomini viene esaltato il male.

 

 

 

 

Indice