Proverbi capitolo 12

 

 

 

Diodati

Riveduta

Nuova Riveduta

Nuova Diodati

 

 

 

 

12:1 Chi ama la correzione ama la scienza; Ma chi odia la riprensione è insensato.  

12:1 Chi ama la correzione ama la scienza, ma chi odia la riprensione è uno stupido.

12:1 Chi ama la correzione ama la scienza, ma chi odia la riprensione è uno stupido.

12:1 Chi ama la correzione ama la conoscenza, ma chi odia la riprensione è uno stupido.

12:2 L'uomo da bene ottiene benevolenza dal Signore; Ma egli condannerà l'uomo malizioso.  

12:2 L’uomo buono ottiene il favore dell’Eterno, ma l’Eterno condanna l’uomo pien di malizia.

12:2 L'uomo buono ottiene il favore del SIGNORE, ma il SIGNORE condanna l'uomo pieno di malizia.

12:2 L'uomo buono ottiene il favore dell'Eterno, ma egli condannerà l'uomo che escogita disegni malvagi.

12:3 L'uomo non sarà stabilito per empietà; E la radice de' giusti non sarà smossa.  

12:3 L’uomo non diventa stabile con l’empietà, ma la radice dei giusti non sarà mai smossa.

12:3 L'uomo non diventa stabile con l'iniquità, ma la radice dei giusti non sarà mai smossa.

12:3 L'uomo non diventa stabile con l'empietà, ma la radice dei giusti non sarà mai smossa.

12:4 La donna di valore è la corona del suo marito; Ma quella che reca vituperio gli è come un tarlo nelle ossa.  

12:4 La donna virtuosa è la corona del marito, ma quella che fa vergogna gli è un tarlo nell’ossa.

12:4 La donna virtuosa è la corona del marito, ma quella che fa vergogna gli è un tarlo nelle ossa.

12:4 La donna virtuosa è la corona di suo marito, ma quella che fa vergogna è come un tarlo nelle sue ossa.

12:5 I pensieri de' giusti son dirittura; Ma i consigli degli empi son frode.  

12:5 I pensieri dei giusti sono equità, ma i disegni degli empi son frode.

12:5 I pensieri dei giusti sono equità, ma i disegni degli empi sono frode.

12:5 I pensieri dei giusti sono equità, ma i disegni degli empi sono inganno.

12:6 Le parole degli empi tendono ad insidiare al sangue; Ma la bocca degli uomini diritti li riscoterà.  

12:6 Le parole degli empi insidiano la vita, ma la bocca degli uomini retti procura liberazione.

12:6 Le parole degli empi insidiano la vita, ma la bocca degli uomini retti procura la liberazione.

12:6 Le parole degli empi stanno in agguato per spargere sangue, ma la bocca degli uomini retti li libererà.

12:7 In un voltar degli empi, essi non saranno più; Ma la casa de' giusti starà in piè.  

12:7 Gli empi, una volta rovesciati, non sono più, ma la casa dei giusti rimane in piedi.

12:7 Gli empi, una volta rovesciati, non sono più, ma la casa dei giusti rimane in piedi.

12:7 Gli empi sono rovesciati e non sono più, ma la casa dei giusti rimarrà in piedi.

12:8 L'uomo sarà lodato secondo il suo senno; Ma chi è stravolto d'animo sarà in isprezzo.  

12:8 L’uomo è lodato in proporzione del suo senno, ma chi ha il cuore pervertito sarà sprezzato.

12:8 L'uomo è lodato in proporzione del suo senno, ma chi ha il cuore pervertito sarà disprezzato.

12:8 Un uomo è lodato per il suo senno, ma chi ha un cuore perverso sarà disprezzato.

12:9 Meglio è colui del quale non si fa stima, e pure ha un servitore, Che colui che fa il borioso, ed ha mancamento di pane.  

12:9 È meglio essere in umile stato ed avere un servo, che fare il borioso e mancar di pane.

12:9 È meglio essere in umile stato e avere un servo, che fare il borioso e mancar di pane.

12:9 È meglio essere poco stimato ma avere un servo, che essere onorato ma mancar di pane.

12:10 L'uomo giusto ha cura della vita della sua bestia; Ma le viscere degli empi son crudeli.  

12:10 Il giusto ha cura della vita del suo bestiame, ma le viscere degli empi sono crudeli.

12:10 Il giusto ha cura della vita del suo bestiame, ma il cuore degli empi è crudele.

12:10 Il giusto ha cura della vita del suo bestiame, ma le viscere degli empi sono crudeli.

12:11 Chi lavora la sua terra sarà saziato di pane; Ma chi va dietro agli uomini oziosi è scemo d'intelletto.  

12:11 Chi coltiva la sua terra avrà pane da saziarsi, ma chi va dietro ai fannulloni è privo di senno.

12:11 Chi coltiva la sua terra avrà pane da saziarsi, ma chi va dietro ai fannulloni è privo di senno.

12:11 Chi coltiva la sua terra si sazierà di pane, ma chi va dietro le frivolezze è privo di senno.

12:12 L'empio appetisce la rete de' malvagi; Ma la radice de' giusti mette fuori.  

12:12 L’empio agogna la preda de’ malvagi, ma la radice dei giusti porta il suo frutto.

12:12 L'empio agogna la preda dei malvagi, ma la radice dei giusti porta il suo frutto.

12:12 L'empio desidera la preda dei malvagi, ma la radice dei giusti porta frutto.

12:13 Il laccio del malvagio è nella dislealtà delle labbra; Ma il giusto uscirà di distretta.  

12:13 Nel peccato delle labbra sta un’insidia funesta, ma il giusto uscirà dalla distretta.

12:13 Nel peccato delle labbra sta un'insidia funesta, ma il giusto sfuggirà a tale afflizione.

12:13 Il malvagio è preso in trappola dal peccato delle sue labbra, ma il giusto sfuggirà all'avversità.

12:14 L'uomo sarà saziato di beni per lo frutto della sua bocca; E Dio renderà all'uomo la retribuzione dell'opere delle sue mani.  

12:14 Per il frutto della sua bocca l’uomo è saziato di beni, e ad ognuno è reso secondo l’opera delle sue mani.

12:14 Per il frutto della sua bocca l'uomo è saziato di beni, e a ognuno è reso secondo l'opera delle sue mani.

12:14 L'uomo sarà saziato di beni per il frutto della sua bocca, e ognuno riceverà la ricompensa secondo l'opera delle sue mani.

12:15 La via dello stolto è diritta al suo parere; Ma chi ascolta consiglio è savio.  

12:15 La via dello stolto è diritta agli occhi suoi, ma chi ascolta i consigli è savio.

12:15 La via dello stolto è diritta ai suoi occhi, ma chi ascolta i consigli è saggio.

12:15 La via dello stolto è diritta ai suoi occhi, ma chi ascolta i consigli è saggio.

12:16 Il cruccio dello stolto è conosciuto lo stesso giorno; Ma l'avveduto copre il vituperio.  

12:16 Lo stolto lascia scorger subito il suo cruccio, ma chi dissimula un affronto è uomo accorto.

12:16 Lo stolto lascia scorger subito il suo cruccio, ma chi dissimula un affronto è uomo prudente.

12:16 Lo stolto fa vedere subito la sua irritazione, ma l'uomo prudente nasconde il disonore.

12:17 Chi parla verità rapporta il giusto; Ma il falso testimonio rapporta frode.  

12:17 Chi dice la verità proclama ciò ch’è giusto, ma il falso testimonio parla con inganno.

12:17 Chi dice la verità proclama ciò che è giusto, ma il falso testimone parla con inganno.

12:17 Chi dice la verità proclama ciò che è giusto, ma il falso testimone proferisce inganno.

12:18 Ei vi è tale che pronunzia parole simili a coltellate; Ma la lingua de' savi è medicina.  

12:18 C’è chi, parlando inconsultamente, trafigge come spada, ma la lingua de’ savi reca guarigione.

12:18 C'è chi, parlando senza riflettere, trafigge come spada, ma la lingua dei saggi procura guarigione.

12:18 Chi parla sconsideratamente è come se trafiggesse con la spada, ma la lingua dei saggi reca guarigione.

12:19 Il labbro verace sarà stabile in perpetuo; Ma la lingua bugiarda sarà sol per un momento.  

12:19 Il labbro veridico è stabile in perpetuo, ma la lingua bugiarda non dura che un istante.

12:19 Il labbro veritiero è stabile per sempre, ma la lingua bugiarda non dura che un istante.

12:19 Il labbro verace sarà reso stabile per sempre, ma la lingua bugiarda dura solo un istante.

12:20 Inganno è nel cuor di coloro che macchinano del male; Ma vi è allegrezza per quelli che consigliano pace.  

12:20 L’inganno è nel cuore di chi macchina il male, ma per chi nutre propositi di pace v’è gioia.

12:20 L'inganno è nel cuore di chi trama il male, ma per chi nutre propositi di pace c'è gioia.

12:20 L'inganno è nel cuore di quelli che macchinano il male, ma per quelli che consigliano pace c’è gioia.

12:21 Niuna molestia avverrà al giusto; Ma gli empi saranno ripieni di male.  

12:21 Nessun male incoglie al giusto, ma gli empi son pieni di guai.

12:21 Nessun male colpisce il giusto, ma gli empi sono pieni di guai.

12:21 Nessun male accadrà al giusto, ma gli empi saranno pieni di guai.

12:22 Le labbra bugiarde son cosa abbominevole al Signore; Ma coloro che operano in verità son graditi da lui.  

12:22 Le labbra bugiarde sono un abominio per l’Eterno, ma quelli che agiscono con sincerità gli sono graditi.

12:22 Le labbra bugiarde sono un abominio per il SIGNORE, ma quelli che agiscono con sincerità gli sono graditi.

12:22 Le labbra bugiarde sono un abominio per l'Eterno, ma quelli che agiscono lealmente gli sono graditi.

12:23 L'uomo avveduto copre la scienza; Ma il cuor degli stolti pubblica la follia.  

12:23 L’uomo accorto nasconde quello che sa, ma il cuor degli stolti proclama la loro follia.

12:23 L'uomo accorto nasconde quello che sa, ma il cuore degli stolti proclama la loro follia.

12:23 L'uomo prudente nasconde la sua conoscenza, ma il cuore degli stolti proclama stoltezza.

12:24 La mano de' diligenti signoreggerà; Ma la pigra sarà tributaria.  

12:24 La mano dei diligenti dominerà, ma la pigra sarà tributaria.

12:24 La mano dei diligenti dominerà, ma la pigra sarà tributaria.

12:24 La mano degli uomini solerti dominerà, ma quella dei pigri cadrà sotto lavoro forzato.

12:25 Il cordoglio nel cuor dell'uomo l'abbatte; Ma la buona parola lo rallegra.  

12:25 Il cordoglio ch’è nel cuore dell’uomo, l’abbatte, ma la parola buona lo rallegra.

12:25 La sofferenza del cuore abbatte l'uomo, ma la parola buona lo rallegra.

12:25 La preoccupazione nel cuore dell'uomo l'abbatte, ma una buona parola lo rallegra.

12:26 Il giusto abbonda in beni più che il suo prossimo; Ma la via degli empi li fa andare errando.  

12:26 Il giusto indica la strada al suo compagno, ma la via degli empi li fa smarrire.

12:26 Il giusto indica la strada al suo compagno, ma la via degli empi li fa smarrire.

12:26 Il giusto sceglie attentamente il suo compagno, ma la via degli empi li fa smarrire.

12:27 Il pigro non arrostisce la sua cacciagione; Ma i beni dell'uomo diligente sono preziosi.  

12:27 Il pigro non arrostisce la sua caccia, ma la solerzia è per l’uomo un tesoro prezioso.

12:27 Il pigro non arrostisce la sua selvaggina, ma l'operosità è per l'uomo un tesoro prezioso.

12:27 Il pigro non arrostisce la sua selvaggina, ma la solerzia è per l'uomo un bene prezioso.

12:28 Nella via della giustizia vi è vita; E nel cammino de' suoi sentieri non vi è morte.  

12:28 Nel sentiero della giustizia sta la vita, e nella via ch’essa traccia non v’è morte.

12:28 Nel sentiero della giustizia sta la vita, e nella via che essa traccia non c'è morte.

12:28 Sul sentiero della giustizia vi è vita, e su quel sentiero non vi è morte.

 

 

 

 

Indice