Proverbi capitolo 15

 

 

 

Diodati

Riveduta

Nuova Riveduta

Nuova Diodati

 

 

 

 

15:1 La risposta dolce acqueta il cruccio; Ma la parola molesta fa montar l'ira.  

15:1 La risposta dolce calma il furore, ma la parola dura eccita l’ira.

15:1 La risposta dolce calma il furore, ma la parola dura eccita l'ira.

15:1 La risposta dolce calma la collera, ma la parola pungente eccita l'ira.

15:2 La scienza adorna la lingua de' savi; Ma la bocca degli stolti sgorga follia.  

15:2 La lingua dei savi è ricca di scienza, ma la bocca degli stolti sgorga follia.

15:2 La lingua dei saggi è ricca di scienza, ma la bocca degli stolti sgorga follia.

15:2 La lingua dei saggi usa la conoscenza rettamente, ma la bocca degli stolti riversa follia.

15:3 Gli occhi del Signore sono in ogni luogo; Riguardando i malvagi ed i buoni.  

15:3 Gli occhi dell’Eterno sono in ogni luogo, osservando i cattivi ed i buoni.

15:3 Gli occhi del SIGNORE sono in ogni luogo, osservano i cattivi e i buoni.

15:3 Gli occhi dell'Eterno sono in ogni luogo, per guardare i cattivi e i buoni.

15:4 La medicina della lingua è un albero di vita; Ma la sovversione che avviene per essa è simile ad un fracasso fatto dal vento.  

15:4 La lingua che calma, è un albero di vita; ma la lingua perversa strazia lo spirito.

15:4 La lingua che calma è un albero di vita, ma la lingua perversa strazia lo spirito.

15:4 Una lingua sana è un albero di vita, ma la lingua perversa strazia lo spirito.

15:5 Lo stolto disdegna la correzion di suo padre; Ma chi osserva la riprensione diventerà avveduto.  

15:5 L’insensato disdegna l’istruzione di suo padre, ma chi tien conto della riprensione diviene accorto.

15:5 L'insensato disprezza l'istruzione di suo padre, ma chi tiene conto della riprensione diviene accorto.

15:5 Lo stolto disprezza la correzione di suo padre, ma chi apprezza la riprensione agisce con accortezza.

15:6 Nella casa del giusto vi sono di gran facoltà; Ma vi è dissipazione nell'entrate dell'empio.  

15:6 Nella casa del giusto v’è grande abbondanza, ma nell’entrate dell’empio c’è turbolenza.

15:6 Nella casa del giusto c'è grande abbondanza, ma nell'accumulo dell'empio c'è imbroglio.

15:6 Nella casa del giusto c'è grande abbondanza, ma nella rendita dell'empio ci sono guai.

15:7 Le labbra de' savi spandono scienza; Ma non fa già così il cuor degli stolti.  

15:7 Le labbra dei savi spargono scienza, ma non così il cuore degli stolti.

15:7 Le labbra dei saggi diffondono scienza, ma non così il cuore degli stolti.

15:7 Le labbra dei saggi spargono conoscenza, ma non così il cuore degli stolti.

15:8 Il sacrificio degli empi è cosa abbominevole al Signore; Ma l'orazione degli uomini diritti gli è cosa grata.  

15:8 Il sacrifizio degli empi è in abominio all’Eterno, ma la preghiera degli uomini retti gli è grata.

15:8 Il sacrificio degli empi è in abominio al SIGNORE, ma la preghiera degli uomini retti gli è gradita.

15:8 Il sacrificio degli empi è un abominio all'Eterno, ma la preghiera degli uomini retti gli è gradita.

15:9 La via dell'empio è cosa abbominevole al Signore; Ma egli ama chi procaccia giustizia.  

15:9 La via dell’empio è in abominio all’Eterno, ma egli ama chi segue la giustizia.

15:9 La via dell'empio è in abominio al SIGNORE, ma egli ama chi segue la giustizia.

15:9 La via dell'empio è un abominio all'Eterno, ma egli ama chi segue la giustizia.

15:10 La correzione è spiacevole a chi lascia la diritta via; Chi odia la riprensione morrà.  

15:10 Una dura correzione aspetta chi lascia la diritta via; chi odia la riprensione morrà.

15:10 Una dura correzione spetta a chi lascia la retta via; chi odia la riprensione morirà.

15:10 Una dura correzione attende chi lascia la diritta via; chi odia la riprensione morirà.

15:11 L'inferno e il luogo della perdizione son davanti al Signore; Quanto più i cuori de' figliuoli degli uomini!  

15:11 Il soggiorno de’ morti e l’abisso stanno dinanzi all’Eterno; quanto più i cuori de’ figliuoli degli uomini!

15:11 Il soggiorno dei morti e l'abisso stanno davanti al SIGNORE; quanto più i cuori dei figli degli uomini!

15:11 Lo Sceol e Abaddon sono davanti all'Eterno; tanto più lo sono i cuori dei figli degli uomini!

15:12 Lo schernitore non ama che altri lo riprenda, E non va a' savi.  

15:12 Il beffardo non ama che altri lo riprenda; egli non va dai savi.

15:12 Il beffardo non ama che altri lo riprenda; egli non va dai saggi.

15:12 Lo schernitore non ama chi lo riprende; egli non va dai saggi.

15:13 Il cuore allegro abbellisce la faccia; Ma per lo cordoglio lo spirito è abbattuto.  

15:13 Il cuore allegro rende ilare il volto, ma quando il cuore è triste, lo spirito è abbattuto.

15:13 Il cuore allegro rende gioioso il volto, ma quando il cuore è triste, lo spirito è abbattuto.

15:13 Un cuore gioioso rende il viso raggiante, ma per l'afflizione del cuore lo spirito è abbattuto.

15:14 Il cuor dell'uomo intendente cerca la scienza; Ma la bocca degli stolti si pasce di follia.  

15:14 Il cuor dell’uomo intelligente cerca la scienza, ma la bocca degli stolti si pasce di follia.

15:14 Il cuore dell'uomo intelligente cerca la scienza, ma la bocca degli stolti si pasce di follia.

15:14 Il cuore di chi ha intendimento cerca la conoscenza, ma la bocca degli stolti si pasce di follia.

15:15 Tutti i giorni dell'afflitto son cattivi; Ma chi è allegro di cuore è come in un convito perpetuo.  

15:15 Tutt’i giorni dell’afflitto sono cattivi, ma il cuor contento è un convito perenne.

15:15 Tutti i giorni sono brutti per l'afflitto, ma per il cuore contento è sempre allegria.

15:15 Tutti i giorni dell'indigente sono cattivi, ma per un cuore contento è sempre festa.

15:16 Meglio vale poco col timor del Signore, Che gran tesoro con turbamento.  

15:16 Meglio poco col timor dell’Eterno, che gran tesoro con turbolenza.

15:16 Meglio poco con il timore del SIGNORE, che gran tesoro con turbamento.

15:16 Meglio poco con il timore dell'Eterno, che un gran tesoro con preoccupazioni.

15:17 Meglio vale un pasto d'erbe, ove sia amore, Che di bue ingrassato, ove sia odio.  

15:17 Meglio un piatto d’erbe, dov’è l’amore, che un bove ingrassato, dov’è l’odio.

15:17 Meglio un piatto d'erbe, dov'è l'amore, che un bue ingrassato, dov'è l'odio.

15:17 Meglio un piatto di verdura dove c'è amore, che un bue ingrassato dove c'è odio.

15:18 L'uomo iracondo muove contese; Ma chi è lento all'ira acqueta le risse.  

15:18 L’uomo iracondo fa nascere contese, ma chi è lento all’ira acqueta le liti.

15:18 L'uomo collerico fa nascere contese, ma chi è lento all'ira calma le liti.

15:18 L'uomo irascibile fomenta contese, ma chi è lento all'ira acqueta le liti.

15:19 La via del pigro è come una siepe di spine; Ma la via degli uomini diritti è elevata.  

15:19 La via del pigro è come una siepe di spine, ma il sentiero degli uomini retti è piano.

15:19 La via del pigro è come una siepe di spine, ma il sentiero degli uomini retti è piano.

15:19 La via del pigro è come una siepe di spine, ma il sentiero degli uomini retti è reso piano.

15:20 Il figliuol savio rallegra il padre; Ma l'uomo stolto sprezza sua madre.  

15:20 Il figliuol savio rallegra il padre, ma l’uomo stolto disprezza sua madre.

15:20 Il figlio saggio rallegra il padre, ma l'uomo stolto disprezza sua madre.

15:20 Il figlio saggio allieta il padre, ma l'uomo stolto disprezza sua madre.

15:21 La follia è allegrezza all'uomo scemo di senno; Ma l'uomo intendente cammina dirittamente.  

15:21 La follia è una gioia per chi è privo di senno, ma l’uomo prudente cammina retto per la sua via.

15:21 La follia è una gioia per chi è privo di senno, ma l'uomo prudente cammina diritto per la sua via.

15:21 La follia è gioia per chi è privo di senno, ma l'uomo che ha intendimento cammina diritto.

15:22 I disegni son renduti vani dove non è consiglio; Ma sono stabili dove è moltitudine di consiglieri.  

15:22 I disegni falliscono, dove mancano i consigli; ma riescono, dove son molti i consiglieri.

15:22 I disegni falliscono, dove mancano i consigli, ma riescono, dove sono molti i consiglieri.

15:22 I disegni falliscono dove non c'è consiglio, ma riescono dove c'è una moltitudine di consiglieri.

15:23 L'uomo riceve allegrezza della risposta della sua bocca; E quant'è buona una parola detta al suo tempo!  

15:23 Uno prova allegrezza quando risponde bene; e com’è buona una parola detta a tempo!

15:23 Uno prova gioia quando risponde bene; è buona la parola detta a suo tempo!

15:23 Uno prova gioia quando può dare una risposta, e quanto è buona una parola detta al tempo giusto!

15:24 La via della vita va in su all'uomo intendente, Per ritrarsi dall'inferno che è a basso.  

15:24 Per l’uomo sagace la via della vita mena in alto, e gli fa evitare il soggiorno de’ morti, in basso.

15:24 Per l'uomo sagace la via della vita conduce in alto, gli fa evitare il soggiorno dei morti, situato in basso.

15:24 Per l'uomo prudente la via della vita conduce in alto, per fargli evitare lo Sceol in basso.

15:25 Il Signore spianta la casa de' superbi; Ma stabilisce il confine della vedova.  

15:25 L’Eterno spianta la casa dei superbi, ma rende stabili i confini della vedova.

15:25 Il SIGNORE rovescia la casa dei superbi, ma rende stabili i confini della vedova.

15:25 L'Eterno distruggerà la casa dei superbi, ma renderà stabili i confini della vedova.

15:26 I pensieri malvagi son cosa abbominevole al Signore; Ma i detti che gli son piacevoli sono i puri.  

15:26 I pensieri malvagi sono in abominio all’Eterno, ma le parole benevole son pure agli occhi suoi.

15:26 I pensieri malvagi sono in abominio al SIGNORE, ma le parole benevole sono pure ai suoi occhi.

15:26 I pensieri malvagi sono un abominio all'Eterno, ma le parole affabili sono pure.

15:27 Chi è dato a cupidigia dissipa la sua casa; Ma chi odia i presenti viverà.  

15:27 Chi è avido di lucro conturba la sua casa, ma chi odia i regali vivrà.

15:27 Chi è avido di lucro turba la sua casa, ma chi odia i regali vivrà.

15:27 Chi è avido di guadagno mette nei guai la sua stessa casa, ma chi odia i regali vivrà.

15:28 Il cuor del giusto medita ciò che ha da rispondere; Ma la bocca degli empi sgorga cose malvage.  

15:28 Il cuor del giusto medita la sua risposta, ma la bocca degli empi sgorga cose malvage.

15:28 Il cuore del giusto medita la sua risposta, ma la bocca degli empi sgorga cose malvagie.

15:28 Il cuore del giusto medita come deve rispondere, ma la bocca degli empi vomita cose malvagie.

15:29 Il Signore è lontano dagli empi; Ma egli esaudisce l'orazione de' giusti.  

15:29 L’Eterno è lungi dagli empi, ma ascolta la preghiera dei giusti.

15:29 Il SIGNORE è lontano dagli empi, ma ascolta la preghiera dei giusti.

15:29 L'Eterno è lontano dagli empi, ma ascolta la preghiera dei giusti.

15:30 La luce degli occhi rallegra il cuore; La buona novella ingrassa le ossa.  

15:30 Uno sguardo lucente rallegra il cuore; una buona notizia impingua l’ossa.

15:30 Uno sguardo luminoso rallegra il cuore; una buona notizia fortifica le ossa.

15:30 La luminosità degli occhi rallegra il cuore, una buona notizia irrobustisce le ossa.

15:31 L'orecchio che ascolta la riprensione della vita Dimorerà per mezzo i savi.  

15:31 L’orecchio attento alla riprensione che mena a vita, dimorerà fra i savi.

15:31 L'orecchio attento alla riprensione che conduce alla vita, abiterà tra i saggi.

15:31 L'orecchio che ascolta la riprensione di vita, dimorerà fra i saggi.

15:32 Chi schifa la correzione disdegna l'anima sua; Ma chi ascolta la riprensione acquista senno.  

15:32 Chi rigetta l’istruzione disprezza l’anima sua, ma chi dà retta alla riprensione acquista senno.

15:32 Chi rifiuta l'istruzione disprezza se stesso, ma chi dà retta alla riprensione acquista senno.

15:32 Chi rifiuta la correzione disprezza la sua stessa anima, ma chi dà ascolto alla riprensione acquista senno.

15:33 Il timor del Signore è ammaestramento di sapienza; E l'umiltà va davanti alla gloria.  

15:33 Il timor dell’Eterno è scuola di sapienza; e l’umiltà precede la gloria.

15:33 Il timore del SIGNORE è scuola di saggezza; e l'umiltà precede la gloria.

15:33 Il timore dell'Eterno è un ammaestramento di sapienza, e prima della gloria c'è l'umiltà.

 

 

 

 

Indice